Un Amore Indiviso

UN AMORE INDIVISO

Sessione    2  

IL NOSTRO PROBLEMA:

LO SPOSTAMENTO VERSO L'EROS

  

"Ci siamo abituati ad un universo senza Dio, ma non ancora ad un universo che sia anche SENZA AMORE, e solo quando arriveremo a questa terribile realtà riusciremo a capire il vero significato di "ATEISMO". (Joseph Wood Krutch). (2)  

Illusione e realtà  

q       Illusione: "Potrei diventare un cristiano migliore, se solo decidessi di esserlo."

q       Realtà: "Senza di ME non potete far nulla." Gesù ha detto:  

“Io sono la Vite, voi siete i tralci; chi vive in Me, ed Io in lui, produce molto frutto; senza di Me non potete far nulla." (Gv 15,5).  

 Dai Risvegli alle Riforme:  

 
                       

 

Mentre assistiamo a diversi risvegli (revival), assistiamo anche al progressivo declino morale, etico, e di molti altri aspetti della nostra società (vedi disegno).                                                                                                                                                                  

 É quindi indispensabile una riforma personale , perché la cultura é piú potente di una dottrina morta che non riesce a produrre risultati concreti.  

            Nella nostra società la riforma può richiedere un tempo più lungo della durata di una vita: è necessario un pensiero a lungo termine, simile a quello impiegato per la progettazione delle cattedrali.  

 

Lo spostamento della società verso l'Eros

(Vedi Cartina nella prossima pagina, che illustra lo Spostamento verso l'Eros).  

"Mosè vide che il popolo aveva perduto il controllo - perché Aronne [la chiesa] aveva permesso che perdesse il controllo al punto di diventare oggetto di derisione in mezzo ai loro nemici - (26) Mosè si pose alla porta dell'accampamento e disse: "Chi sta con il Signore, venga da me!". Gli si raccolsero intorno tutti i figli di Levi" (Esodo 32,25-26).

"Guai a coloro che chiamano bene il male e male il bene, che sostituiscono (CEI = cambiano) le tenebre alla luce e la luce alle tenebre, che sostituiscono l'amaro al dolce e il dolce all'amaro!".  (Isaia 5,20)  

            La riforma inizia da te e da me (riforma personale).  

            É necessario che il Signore capovolga qualcosa in te e in me, e sarà quel capovolgimento a produrre poi una differenza nella nostra società.  


Traduzione del Grafico (Da sinistra):  

   GRAFICO DELLO SPOSTAMENTO VERSO L'EROS [i]

 La Chiave: GALATI 1,4

Una RIFORMA al contrario: Una volta che la società ha perso il controllo ed è senza freni, senza più redini, 

il Giudizio diventa una conseguenza inevitabile

LA RIFORMA: è la fondazione di una Società  alternativa

 

 DESIDERI CONTROLLATI:

 Desideri umani sotto l'influenza della  tradizione giudaico - cristiana

 o della cultura cristiana radicata nell'Agape

Anni 1880-1900

Forti influenze delle idee di Rousseau (1712-1778)

La sua premessa fondamentale: "L'uomo è nato libero ma dovunque si trova in catene."

1.          L'idea moderna di istruzione: I figli appartengono allo Stato;

2.          Il Soggettivismo: Sentimenti, abbigliamento trascurato, vita alla Bohémien;

3.          La corruzione dell'uomo come scusa;

4.          L'individualismo: porta all'anarchia;

5.          Il contratto sociale: Lo Stato come dio e padre.

 

Anni 1910-1919:

1° Guerra Mondiale. Distruzione degli imperi europei e della società gerarchica; rivoluzione comunista.

-         Marcata delusione verso la società tradizionale che ha portato a tale distruzione.

 

Anni 1920-1929:

I Ruggenti Anni Venti, con: Edonismo, Proibizionismo e la forte influenza di 3 uomini:

1.         Freud (1856-1939): Un'anima senza Dio;

2.          Marx (1818-1883): [e ovviamente LENIN]: Un’economia senza Dio; e

3.          Darwin (1809-1882): Un universo senza Dio.

Ormai per molti il fondamento tradizionale non regge più.

 

Anni 1930-1939:

La Grande Depressione - e la cocente delusione per il capitalismo occidentale. Riforma della politica economica e sociale (The New Deal) di Franklin Delano Roosevelt in U.S.A., a fronte della Depressione (1933-1938) - Rivoluzione Sociale americana.

 

Anni 1940-1949:

2a Guerra Mondiale con la distruzione dei rimanenti Stati europei e del Giappone.

-   Avvento della guerra nucleare, forte paura nella comunità umana; Fondazione delle Nazioni Unite, o comunità globale.

Anni 1950-1959:

-  Sregolatezze postbelliche, abbondanza, facile benessere (Ez16,49).

-  Innalzamento del livello sociale e culturale;  Le donne nelle fabbriche

-  Guerra Fredda e minaccia di distruzione nucleare.

Anni 1960-1969:

- Beatles e Elvis, amore libero; Hippie e invito alla vita "senza freni".

- Aumento degli abusi materiali.

-  Diritto a: Fare quello che ci pare;    - Chiesa: felice, libera, soddisfatta;  -  Divorzio, libertà sessuale in chiesa e nella società;

   tolleranza verso le posizioni esaltate;  - la "Correttezza politica" (il nuovo "Moloch"); 

Anni 1970-1979:

-  Gli effetti della divisione del Vietnam sugli U.S.A.:  Distruzione dell'identità nazionale corporativa.

-  Rivoluzione sessuale; Aborto su richiesta;

-  La TV in ogni casa; - La telecamera, che ci introduce dove non avremmo alcun diritto di essere;

-  Woodstock: Avvenimento politico/religioso.

Anni 1980-1889:

-  Guerra alla povertà - Ora lo Stato deve risolvere ogni problema, spendendo miliardi;

-  Le Megachiese e il Marketing;

-  Condizionamento sociale;  Gli omosessuali "escono dal ghetto";.

Anni 1990-1999:

Una società di assuefazione: Mancanza di freni:

1. Media: Tv, radio;

2. Computer: Internet, Realtà virtuale;

3. Musica: Gansta-Rap, ecc.

Verso il 2000:

L'EROS giunto a maturazione, con conseguente e inevitabile GIUDIZIO, oppure

Una società alternativa.

DESIDERI INCONTROLLATI:                                

 Desideri umani sotto l'influenza di una cultura dominata dall'Eros

 

 SOMMARIO - IL NOSTRO PROBLEMA: LO SPOSTAMENTO VERSO L'EROS

 di Walter Barge  

Introduzione  

            Le rivoluzioni nel pensiero umano non sono certo il risultato diretto dell'accumulo di dati, ma di cambiamenti drammatici e permanenti nel nostro modo di percepire le cose. Tali cambiamenti possono avvenire molto rapidamente, ma di solito impiegano un secolo e anche più per avere un impatto sulla società; sono chiamati "spostamenti del paradigma." Spesso il pensiero che la società ha del paradigma è che esso si è spostato proprio sotto i nostri occhi e alla nostra presenza - ma noi non riusciamo a vederlo né a scorgerne le implicazioni, finché esso non si è realizzato pienamente e non ci piomba addosso.  

            É proprio questo il caso nel 20° secolo, col declino morale ed etico della nostra civiltà. Ciò significa essersi abituati ad un universo senza dio, senza tuttavia essersi ancora abituati ad un universo che sia anche senza amore - e proprio in questo consiste l'ateismo: nel peccato contro l'amore di Dio.

            Ma il pieno impatto della nostra discesa verso il relativismo morale ed etico non è ancora giunto al suo completo sviluppo.  

Illusione e realtà  

            La nostra società secolarizzata ed una chiesa indebolita ci hanno convinto - con l'inganno - portandoci a pensare che noi stessi, in qualunque momento, potremo decidere di essere dei cristiani migliori: basterà pregare di più, digiunare e studiare di più la Parola di Dio. Queste tuttavia, pur essendo tutte cose buone, da sole non basteranno a renderci cristiani migliori.

            La realtà è che senza una relazione personale con Gesù noi siamo inermi e senza speranza alcuna, indipendentemente da ciò che dicono il mondo o la chiesa. Gesù ha affermato che senza di Lui non avremmo potuto fare niente! Come rilevato in precedenza, Dio Si aspetta che il credente vada oltre i Dieci Comandamenti, per entrare nel regno dell'intimità con Dio. In gioco vi è assai più della sola obbedienza; vi è una relazione che non si realizza fino a quando non diventa intima.

Risveglio e Riforme  

            I risvegli avvengono più spesso delle riforme. Sono il prodotto, in parte, del tentativo della chiesa cristiana di obbedire alla Scrittura. Ma non potranno prevenire o rovesciare lo spostamento di un paradigma, fin quando non assumeranno le proporzioni di una riforma; anche allora potrà esser necessario molto tempo, persino più di una vita, per riportare un'intera società sul corso giusto. Nonostante tutti i nostri risvegli, siamo ancora su una strada in discesa, diretta verso l'abisso, perché in tutto il 20° secolo non è ancora avvenuto niente che somigli ad una riforma personale. Nella Chiesa è avvenuta invece una riforma al contrario ormai giunta quasi al completo, (vedi grafico dello spostamento verso l'Eros e spiegazione a pag. 9-10) che finora i cristiani non sono stati in grado di arrestare.  

            Oggi la civiltà occidentale non ha più bisogno di un altro risveglio; essa ha piuttosto la necessità estrema di una riforma personale, che richiede ed esige un "pensiero a lungo termine". Ha bisogno di quei cristiani che imparano a pensare secondo un'ottica diversa, certi che un loro contributo oggi sarà parte vitale di qualcosa che può anche richiedere più di un secolo prima di realizzarsi: si tratta dei "pensatori a lungo termine".  

            Ci siamo spostati da una società strutturata imperfettamente da limiti etici fondati su desideri umani - che di solito sono le norme generalmente accettate, - ad una società che, quanto a norme etiche, è al di fuori di ogni controllo. La nostra società è come gli ebrei quando nel deserto quando persero ogni controllo. Chi stava dalla parte del Signore si raccolse intorno a Mosè, ed egli disse loro:  

"Così dice il Signore, il Dio di Israele: 'Ciascuno di voi tenga la spada al fianco. Passate e ripassate nell'accampamento da una porta all'altra: ognuno uccida il proprio fratello, ognuno il proprio amico, ognuno il proprio vicino" (Es 32,25-27).  

            La figura di Aronne è interpretata come il simbolo della chiesa contemporanea. Le implicazioni storiche di questo versetto sono sbalorditive. Significa che la nostra discesa verso l'Eros è iniziata dalla Riforma del sedicesimo secolo per il fallimento della Chiesa ad assumere il proprio ruolo nella società, quello di essere e rimanere una risorsa illimitata dell'amore AGAPE di Dio.  

Conseguenze del caos sociale  

            Quando una società "perde il controllo, è senza freni e senza redini," il risultato è il giudizio; è una cosa inevitabile e porta gravi conseguenze. Nessuna società che sia discesa nell'EROS, poi è mai sfuggita al Giudizio - che a quel punto diventa inevitabile e consequenziale.  

            Non vi è sfuggito Israele. Pur essendo l'intero tessuto di quella società radicato nella Scrittura (la Torah, il Pentateuco) Israele sperimentò il risveglio, eppure discese nell'EROS. La conseguenza inevitabile fu il giudizio! I profeti cercarono di far deviare Israele da quella via disastrosa, avvertendolo del giudizio che sarebbe sopraggiunto.

            Ogni civiltà giunta fino a disintegrarsi, vi è giunta sempre in seguito ad uno spostamento verso l'EROS, ad una discesa nella disobbedienza e nel caos. La nostra società non è diversa.    

 GUIDA ALLO STUDIO  

1.       È possibile essere un cristiano migliore solo perché lo decidete voi? Perché no?

2.      Nonostante i passati risvegli, perché continua il declino della società?

3.      Spiegate con parole vostre in cosa consiste il "pensiero a lungo termine".

4.      Da dove ha inizio la riforma?

5.      Nel grafico dello spostamento verso l'Eros, riuscite a scorgere il giudizio inevitabile e consequenziale di una società caotica?

Spiegate: Come ha potuto una società come Israele, così centrata sulla Scrittura, cedere ad un simile spostamento verso l'Eros?


[i]