Dal libro: Deliver Us From Evil, di Don Basham, Appendice

 

 

LA RIBELLIONE DI SATANA

 

 

PAGINE DAL MIO LIBRO DI APPUNTI

 

Non avendo trovato nessuno studio preciso già confezionato che contenesse un insegnamento biblico sull'argomento di Satana, con l'uso delle concordanze e dei commentari, e dando spazio a varie opinioni e interpretazioni della Scrittura, sono arrivato a vedere il quadro di Satana e della sua gerarchia. (Tutte le citazioni sono dalla RSV, quelle in carattere italico sono mie).

 

 

 di Don Basham

 

 

La ribellione contro Dio iniziò in cielo. Satana, conosciuto in origine come Lucifero, da molti studiosi della Bibbia è ritenuto uno dei tre principali sottogovernanti o arcangeli in cielo. Questi tre (gli altri due sono Michele e Gabriele), sotto Dio, governavano le fila minori e i sotto-ordini degli esseri celesti. Furono tutti creati da Dio, attraverso Gesù Cristo.

 

"Lui [Gesù Cristo] è l'immagine del Dio invisibile, il primogenito di tutta la Creazione; infatti, in Lui tutte le cose sono state create, in cielo e in terra, cose visibili ed invisibili, che siano troni o domini o principati o autorità - tutte le cose furono create attraverso di Lui e per Lui" [Colossesi 1,15-16].

 

Ma la perfezione di questo ordine divino iniziale della creazione non era destinata a durare. In qualche momento prima che l'uomo venisse ad abitare la terra Lucifero ("Portatore di Luce) si ribellò contro Dio, diventando così Satana ("Avversario"). Il motivo della ribellione di Lucifero e la conseguente caduta fu l'orgoglio. Nel breve passaggio di un unico brano, per ben cinque volte egli esalta se stesso e la sua volontà contro e al di sopra di Dio e della Sua volontà:

 

"Come sei caduto dal cielo, o Stella del Mattino [Lucifero] Figlio dell'Aurora! Come sei precipitato al suolo, tu a cui si inchinavano le nazioni! Hai detto in cuor tuo: 'Io ascenderò al cielo; al di sopra delle stelle di Dio, io stabilirò il mio trono nelle altezze; io siederò sul monte dell'assemblea nel lontano nord; io ascenderò oltre le altezze delle nubi, io mi farò simile all'Altissimo." Ma sei stato abbattuto e gettato nello Sheol, nelle profondità dell' Inferno" [Isaia 14,12-15].

 

Sebbene né la Scrittura né gli studiosi della Bibbia cerchino di determinare con esattezza il tempo della ribellione, qualunque sia il momento in cui avvenne, Gesù Cristo, che "era con Dio sin dal principio" (Giovanni 1,2), fu testimone della caduta.

 

"E disse loro: "Ho visto Satana e i suoi angeli cadere come fulmini dal cielo ..." [Luca 10,18].

 

A causa della sua ribellione, Satana e i suoi angeli furono cacciati dal cielo e Satana stabilì il suo regno rivale nei "luoghi celesti" ...

 

"Infatti non stiamo combattendo contro carne e sangue, ma contro ... eserciti spirituali di malvagità nei luoghi celesti" [Efesini 6,12].

 

... o "cieli intermedi," tra il "terzo cielo" che è la dimora di Dio e il cielo visibile.

 

"Conosco un uomo in Cristo che quattordici anni fa è stato rapito nel terzo cielo ... in Paradiso" [2 Corinzi 12,2-3].

 

Quando Dio pose Adamo ed Eva nel Giardino dell'Eden, Satana era nei pressi in forma di serpente a svolgere la sua opera menzognera. Serpente è solo uno dei molti nomi dati a Satana dalla Bibbia.

 

"E il grande dragone fu gettato giù, quel serpente antico chiamato il diavolo e Satana ..." [Apocalisse 12,9].

 

LA CADUTA DELL'UOMO

 

Non solo Dio fece Adamo più simile a Se Stesso di qualsiasi altra creatura, ma gli dette una autorità simile alla Sua sull'intera creazione di questo pianeta.

 

"Poi Dio disse: 'Facciamo l'uomo a Nostra immagine, a nostra somiglianza; e che egli domini ... su tutta la terra'" [Genesi 1,26].

 

Satana tentò Adamo ed Eva alla ribellione con lo stesso motivo che provocò la sua caduta: l'orgoglio. "Sarete simili a Dio" [Genesi 3,5]. Quando Adamo ed Eva caddero nella tentazione e disobbedirono a Dio, il piano di Dio per l'uomo fu smembrato. La conseguenza di quella disobbedienza fu che essi non soltanto caddero dalla loro posizione elevata, ma anche la terra che Dio aveva posto sotto il dominio dell'uomo ne fu corrotta.

 

"E ad Adamo disse: "Poiché hai ... mangiato dell'albero di cui ti avevo comandato: 'Non ne mangiare,' sia maledetto il suolo a causa tua ..." [Genesi 2,17].

 

Con l'introduzione del peccato, il decadimento e la morte diventarono eredità dell'uomo.

 

"Ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non ne mangerai, perché il giorno che ne mangerai, morirai" [Genesi 2,17].

 

"Così come il peccato entrò nel mondo per mezzo di un solo uomo, e la morte con il peccato, anche la morte si diffuse tra tutti gli uomini ..." [Romani 5,2].

 

IL REGNO DI SATANA

 

Quando Adamo dette ascolto al diavolo anziché a Dio, si spezzò la sua amicizia con Dio; i suoi discendenti diventarono seguaci di Satana, "il figlio della disobbedienza."

 

"Una volta vivevate seguendo le vie di questo mondo, seguendo il principe delle potenze dell'aria, lo spirito che ora agisce nei figli della disobbedienza ..." [Efesini 2,2].

 

Oltre a ciò, il dominio che Dio aveva dato all'uomo su questo pianeta passò pure sotto il controllo di Satana. Satana poté così vantarsi - quando tentò Gesù - che tutti i regni del mondo gli appartenevano. Notate che mentre Gesù respinse la tentazione, non negò quanto Satana rivendicava. Chiaramente perché era vero. La parola "consegnato" può anche essere tradotta con "passato con l'inganno."

 

"E il diavolo lo portò in alto, e in un istante gli mostrò tutti i regni del mondo e gli disse: "Ti darò tutta questa autorità e la loro gloria; perché questo è stato consegnato a me e io lo darò a chi voglio" [Luca 4,5-6].

 

I regni di questo mondo, su cui avrebbe dovuto regnare l'uomo, in seguito alla sua disobbedienza passarono con l'inganno nelle mani di Satana, e così egli diventò il "governatore" o il dio di questo mondo.

 

"... perché viene il dominatore di questo mondo. Egli non ha potere su di me" [Giovanni 14,30].

 

"... il dio di questo mondo ha accecato le menti dei non credenti .." [2 Corinzi 4,4].

 

LE LEGIONI DI SATANA

 

Ma Satana non svolge da solo tutta la sua opera diabolica. Egli è il governatore di una vasta gerarchia che include gli angeli che lo seguirono nella ribellione (quel terzo dell' esercito celeste che era sotto il suo comando?).

 

"Ora ci fu una guerra in cielo, con Michele e i suoi angeli che combattevano contro il dragone [Satana]; e il dragone e i suoi angeli combattevano ..." [Apocalisse 12,7].

 

A questa gerarchia satanica nella Scrittura si fa riferimento come a "troni," "domini," "principati," "autorità" e "potenze."

 

"Lo fece risuscitare dai morti e lo fece sedere alla sua destra nei luoghi celesti, tanto al di sopra di ogni forza e autorità e potenza e dominio, e sopra ogni altro nome, non solo in quest'epoca, ma anche in quella futura ..." [Efesini 1,20-21].

 

"... affinché per mezzo della chiesa la multiforme sapienza di Dio potesse ora esser fatta conoscere ai principati e potenze nei luoghi celesti" [Efesini 3,10].

 

"Indossate tutta l'armatura di Dio, per poter resistere alle insidie del diavolo. Infatti non state lottando contro carne e sangue, ma contro principati e potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro eserciti spirituali del  male nei luoghi celesti" [Efesini 6,11-12].

 

Quando Paolo parla di "principati e potenze" si ritiene che si riferisca alle sfere più alte degli angeli che servono il diavolo, i "principi" che dominano su grandi zone del mondo secondo quanto descritto in Daniele 10, dove il "principe" di Persia e il "principe" di Grecia combattono l'arcangelo Michele per ventun giorni per ritardare la risposta di Dio alla preghiera di Daniele.

 

I "dominatori di questo mondo di tenebra" possono corrispondere a quegli angeli caduti che tengono il mondo nell' oscurità, impedendo la diffusione del vangelo di Gesù Cristo.

 

Infine, gli "eserciti spirituali del male nei luoghi celesti" potrebbero indicare gli ordini inferiori di angeli, e forse anche le miriadi di spiriti diabolici che invadono la terra e riempiono l'atmosfera che immediatamente la circonda.

 

DEMONI

 

Gli angeli sono un ordine di esseri celesti, creati da Dio per essere Suoi messaggeri. Quelli che si ribellarono con Satana sono ovviamente gli "angeli caduti," che ora agiscono nei suoi interessi anziché nell'interesse di Dio.

 

Gli spiriti diabolici pare appartengano a un ordine diverso della creazione. Sebbene alcuni studiosi si accontentino di identificarli come angeli caduti, esistono anche altre teorie. Lo storico Josephus ha parlato dei demoni come di "spiriti di uomini cattivi morti che entrano negli uomini vivi," ma nella Scrittura non c'è niente a sostegno di questa tesi.

 

Alcuni studiosi biblici sostengono che i demoni sono gli spiriti disincarnati di una razza di esseri pre-Adamici che abitavano la terra prima che Dio creasse Adamo ed Eva; esseri che fecero lega con Satana o che furono corrotti da lui e dai suoi angeli, quando questi furono espulsi dal cielo. Questa teoria spiegherebbe la propensione dei demoni a cercare una incarnazione negli essere umani - e persino negli animali. - Sono spinti a cercare residenza in qualche forma fisica, come dice Pember nel suo libro Earth's Earliest Ages, (Le primissime epoche della terra), "per il desiderio intenso di sfuggire all'intollerabile condizione di essere nudi."

 

Altri studiosi ancora propongono la teoria che i demoni siano gli spiriti di mostruose discendenze di angeli caduti e di donne terrene. Questo avvenimento è un tema in quasi tutta l'antica mitologia, che trova scarso sostegno nella Scrittura.

 

"I figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle; e presero in moglie alcune di loro, come a loro piacque" [Genesi 6,2].

 

Quei "figli di Dio" (presumibilmente angeli) erano gli stessi esseri spirituali che si presentarono, assieme a Satana, davanti a Dio nel libro di Giobbe.

 

"Ora venne il giorno in cui i figli di Dio vennero a presentarsi davanti al Signore, e anche Satana venne con loro" [Giobbe 1,6].

 

Una indicazione di rango anche nel regno diabolico è stabilita da due parole greche tradotte in italiano con "demone". Una è daimon, e l'altra daimonion, il diminutivo della parola, che significa un demonio di minore potenza e autorità. La distinzione è anche suggerita dalle parole che Gesù rivolse a Matteo:

 

"Poi egli va e porta con sé sette altri spiriti più cattivi di lui, ed essi entrano e abitano lì; e lo stato di quell' uomo diventerà peggiore di prima" [Matteo 12,45].

 

LA GUERRA

 

Secondo la Scrittura, esiste una incessante guerra spirituale tra il regno di Dio e il regno di Satana.

 

"Lo scopo della venuta del Figlio di Dio fu quello di distruggere le opere del diavolo" [1 Giovanni 3,8].

 

Attraverso il Corpo di Cristo, la Chiesa, Dio si sforza di restaurare l'uomo caduto, per riportarlo a Se Stesso ...

 

"Egli (Dio) ci ha liberati dal dominio delle tenebre e ci ha trasferiti nel regno del suo figlio prediletto ..." [Colossesi 1,13].

 

mentre l'arcinemico di Dio, Satana, con i suoi eserciti, cerca di distorcere gli scopi di Dio ...

 

"il dio di questo mondo ha accecato la mente dei non credenti" [2 Corinzi 4,4].

 

"Il ladro viene solo per rubare, uccidere e distruggere ..." [Giovanni 10,10].

 

e per posporre la propria, inevitabile distruzione finale.

 

"... poiché il diavolo è sceso tra voi in grande ira, perché sa che il suo tempo è breve" [Apocalisse 12,12].

 

"E il diavolo ... fu gettato nel lago di fuoco e zolfo ... e ... sarà tormentato giorno e notte per l'eternità" [Apocalisse 20,10].

 

Il ministero della liberazione - l'autorità data ai cristiani su Satana e sugli spiriti cattivi nel nome del Signore Gesù Cristo - fornisce un'arma per questa battaglia cosmica.