Filosofia Cristiana

 

 LE FORZE DEL MALE NEGLI ULTIMI TEMPI [1]

 

Derek Prince

 

 

 

 

Con l'avvicinarsi del termine dell'era presente, le forze negative del male che hanno agito nel corso di tutta la storia umana sono giunte ad una più aperta manifestazione. In questo studio cercheremo di identificare e di descrivere tali forze, al fine di essere meglio in grado di affrontarle e vincerle.

Schema dell'articolo

 

Quali ultimi tempi?

Religioni e Zona Mediterranea

Varie Forme di Anticristo

Segni distintivi dell' Anticristo

Titoli dell'Anticristo

Anticristi nella Storia

La Motivazione dell'Anticristo

Gli Obiettivi dell'Anticristo

Lo Strumento di Satana: l'Inganno

Le Contraffazioni di Satana

Amore alla Verità

Preghiera

 

 

 

     Quali “Ultimi tempi”?

 

Innanzi tutto voglio sottolineare che gli “ultimi tempi” di cui parlo riguardano un lasso di tempo ben definito che inizia coi giorni del Nuovo Testamento e che continuerà fino al ritorno di Cristo.

Ø      In 1 Giovanni 2, 18 Giovanni dice: “Bambini miei, sono gli ultimi tempi…” Vediamo così che gli “ultimi tempi” sono già iniziati sin dai tempi dell'Apostolo Giovanni!

Ø      Nel giorno di Pentecoste Pietro implicava la stessa cosa quando citò Gioele: “E accadrà negli ultimi tempi ….che Io effonderò il Mio spirito …” e lo applicò ai tempi che stava vivendo.

Ø      Pietro ci ricorda che un giorno per il Signore è come mille anni, e mille anni sono come un giorno (2 Pietro 3,18). Se prendiamo per base questi valori, possiamo dire che sono passati solo meno di due giorni dalla prima Pentecoste all'epoca attuale. Questo ci renderà più facile comprendere come le persone di cui si parla negli Atti fossero già negli ultimi giorni e nell'era finale, e anche noi oggi siamo ancora in quegli ultimi tempi.

 

L'anticristo

Per iniziare questo studio, una parola-chiave ben distinta riesce a mettere a fuoco tutte le forze del male che sono state e che saranno liberate in quest'era finale. Quella parola è “anticristo”, e nella Scrittura io la trovo in 1 Giovanni 2, 18-22:

Bambini miei, questi sono gli ultimi tempi: e come avete sentito dire che l'anticristo verrà, anche ora vi sono molti anticristi. Da questo sappiamo che sono gli ultimi tempi.

Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri; se fossero stati dei nostri, avrebbero senza dubbio continuato a restare con noi; ma se ne sono andati, perché fosse reso manifesto che non tutti erano veramente dei nostri.

Ma voi avete l'unzione dallo Spirito Santo, e conoscete tutte queste cose. Non vi ho scritto perché non conoscete la verità, ma perché la conoscete e perché nella verità non vi è menzogna.

Chi è il bugiardo se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Questi è l'anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio.”

 

Religioni e zona mediterranea

 

Nella zona mediterranea, che sotto molti aspetti è il fulcro della profezia degli ultimi tempi, vi sono tre religioni principali: il Cristianesimo, il Giudaismo e l'Islamismo. Ciascuna crede in un solo Dio.


Solo una grande barriera impedisce loro di formare una unità: quell'imbarazzante carattere storico,
Gesù di Nazareth.

Ø      Se Satana riuscisse a persuadere la Chiesa che potremmo andare avanti benissimo con una bella forma di religione che non mettesse in imbarazzo la gente, potendo di continuo l'enfasi sulla necessità di un sacrificio di sangue e sull'affermazione unica di Gesù, sarebbe aperta la via verso una collaborazione  tra queste tre religioni.

Ø      Ed è mia opinione che proprio questo è l'obiettivo finale dell'anticristo.

Una sfera principale della sua attività è certo nel campo della religione, perché proprio quello è il campo in cui Satana si trova meglio a proprio agio, e nel quale risiede la sua maggiore minaccia per l'umanità.

 

Varie forme di Anticristo

 

Nella Scrittura si parla dell'anticristo in tre forme distinte:

 

1.      Giovanni 2,18 ci dice: “Bambini miei, sono gli ultimi tempi: e come avete sentito dire, l'anticristo verrà…”

Ø      Qui “anticristo” è il titolo di una persona specifica. Poi prosegue:

 

2.      “… anche ora vi sono molti anticristi.”

Ø      Oltre ad una persona specifica, che è l'Anticristo, vi sono anche  molti altri anticristi. Se vogliamo vedere cosa hanno in comune, dobbiamo guardare cosa dice 1 Giovanni 4, 2-3:

Da questo potete riconoscere lo Spirito di Dio: ogni spirito che confessa che Gesù Cristo (il Messia) è venuto nella carne, è da Dio; ed ogni spirito che non confessa che Gesù Cristo è venuto nella carne, non è da Dio: e questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, verrà, anzi, è già nel mondo.”

 

3.      Oltre che all'Anticristo-persona ed ai molti anticristi di molte altre persone, vi è

Ø      lo spirito dell'anticristo che agisce in tutti gli anticristi.

Ø      Ricordate che lo spirito dell'anticristo non può agire in nessun luogo dove sia stato davvero predicato il Vangelo di Gesù Cristo, secondo il messaggio originale.

Ø      L'anticristo è diverso dal paganesimo, perché lo spirito dell'anticristo in ultima analisi è un deliberato diniego dell'affermazione di Gesù di essere il Messia. Se quella rivendicazione non è mai stata presentata, non vi è scopo per l'operazione dell'anticristo.

È questo il motivo per cui l'anticristo si riferisce solo all'ultima era: nelle epoche precedenti le affermazioni di Gesù non erano state predicate. Ma dove è predicata la rivendicazione di Gesù, lì si apre la porta allo spirito dell'anticristo.

 

Segni distintivi dell'Anticristo

 

Lo spirito dell'anticristo ha quattro segni distintivi, tutti indicati in 1 Giovanni 2,19:

1.      Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri; se fossero stati dei nostri, avrebbero senza dubbio continuato a restare con noi; ma se ne sono andati, perché fosse reso manifesto che non tutti erano veramente dei nostri”.

Ø      Il primo segno è che l'anticristo inizia in associazione con la Chiesa.

Ø      È una ulteriore conferma che l'anticristo non può sorgere là dove il vangelo non è stato predicato.

 

2.      Il secondo segno è che egli nega che Gesù è il Messia.

Ø      In Giovanni 2,22 sta scritto: “Chi è bugiardo se non colui che nega che Gesù è il Cristo?” Questi è l'anticristo …”

 

3.      Il terzo segno dell'anticristo è che egli nega le Persone del Padre e del Figlio nella divinità di Dio.

Ø      La seconda metà del versetto 22 dice: “È anticristo chi nega il Padre e il Figlio.” L'Anticristo non riconoscerà la relazione tra il Padre e il Figlio nella divinità di Dio.  Non nega Dio, ma rinnega il Padre e il Figlio.

 

4.      “… ogni spirito che confessa che Gesù Cristo (il Messia) è venuto nella carne, è da Dio; ed ogni spirito che non confessa che Gesù Cristo è venuto nella carne, non è da Dio: e questo è lo spirito dell'anticristo.”

Ø      Il quarto segno è che lo spirito dell'anticristo nega che il Messia è già venuto.

Ø      Non nega necessariamente che un messia ci sarà, e a dire il vero può sfruttare questa verità a proprio vantaggio. Ma si fa premura di negare che il Messia è già venuto.

 

Riassumiamo i quattro segni che contraddistinguono l'anticristo:

  1. L'anticristo comincia in associazione con la Chiesa;
  2. Nega che Gesù è il Messia;
  3. Nega il Padre e il Figlio;
  4. Nega che il Messia à già venuto.

 

Titoli dell'Anticristo

 

Per descrivere l'anticristo il Nuovo Testamento si serve di altri tre titoli.

2 Tessalonicesi 2, 3-8 ci dice:

Non permettete a nessuno di ingannarvi in alcun modo! (l'inganno è un'arma primaria dell'Anticristo): perché quel giorno (il giorno del Signore) non verrà se prima non ci sarà un'apostasia (allontanamento deliberato dalla verità rivelata), e sarà rivelato l'uomo del peccato (illegalità), il figlio della perdizione,  che si oppone ed innalza se stesso al disopra tutto ciò che viene chiamato 'Dio' o che viene adorato; tanto che egli stesso come Dio siede nel tempio di Dio, additando se stesso e dicendo di essere Dio. (Non nega Dio: reclama piuttosto di essere egli stesso Dio).

Non ricordate che, quando ancora ero tra voi, vi ho detto queste cose? E ora sapete ciò che impedisce che egli sia rivelato in questo momento presente (prima del suo tempo).

Il mistero dell'iniquità (illegalità, spirito di indipendenza) è già all'opera: solo che colui che finora lo ha trattenuto lo tratterrà ancora (dal manifestarsi), finché non sarà tolto di mezzo.

Allora il Malvagio sarà rivelato, colui che il Signore consumerà col fuoco della Sua bocca e lo distruggerà con lo splendore della Sua venuta…”

 

Qui vediamo altri due titoli dell'Anticristo:

-          “L'uomo del peccato - che qui sta per uomo fuori dalla legge, nell'illegalità e nella disobbedienza, e

-          il figlio della perdizione.

 

Nel Nuovo Testamento vi è una sola persona chiamata “figlio della perdizione”: Giuda Iscariota.

Ø      E ancora una volta, questa è la conferma che l'Anticristo inizia in associazione con i discepoli del vero Gesù Cristo.

Il significato, infatti, è questo: Giuda era un apostolo e fu proprio lui a tradire il Signore. È quindi un traditore.

 

In Apocalisse 13 troviamo un altro titolo dell'Anticristo:

E io …vidi una bestia… simile a una pantera… Allora gli uomini adorarono il drago che dava il potere alla bestia; e adorarono la bestia dicendo: “Chi è simile alla bestia e chi può combattere con essa?”.

Preferisco tradurre la parola “bestia” con “bestia feroce”. Suggerisce meglio l'idea di ferocia e crudeltà, che sarà sicuramente una caratteristica dell'Anticristo: sarà crudele.

Così abbiamo trovato  altri tre titoli:

-          L'uomo fuori-legge,

-          il figlio della perdizione e

-          la bestia feroce.

 

Anticristi nel corso della Storia

 

La storia ci rivela molti anticristi

 

L'Enciclopedia Ebraica menziona più di 40 anticristi sorti tra il popolo ebreo dai tempi di Gesù.

Ø      Uno dei più conosciuti fu Mosè di Creta, che verso il 3° o 4° secolo della nostra era reclamava di essere il messia. Promettendo ai suoi seguaci di riportarli alla terra di Israele, li portò nel mare ed essi annegarono tutti. Fu una cosa ridicola, ma anche tragica.

Ø      Nel Giudaismo il concetto di messia è essenzialmente una persona che darà di nuovo la terra agli Ebrei e permetterà loro di ricostruire il tempio. Chiunque potesse raggiungere questo obiettivo sarebbe indubbiamente acclamato come messia da molti ebrei contemporanei.

 

Anche nella storia del Cristianesimo vi sono stati molti anticristi:

Ø      Maometto - Uno degli esempi più chiari è Maometto, sorto dal contesto del cristianesimo. Conosceva l'insegnamento di Gesù e riconosceva che Gesù era un profeta. Ma negò che era il Figlio di Dio.

-          Quando un musulmano dice: “Credo in Gesù”, non intende dire che credo in Gesù come “Figlio di Dio”; vuol solo dire che crede in Lui come profeta.

-          Essere consapevoli delle affermazioni di Gesù e tuttavia rinnegarle, è l'essenza dell'anticristo.

-          Oggi molti seguaci di Maometto dicono addirittura che egli sia stato il “Consolatore” che  Gesù ha promesso di inviare.

 

Ø      Hitler  - Vorrei dire ancora, senza dubbi, che Hitler era un anticristo.

-          Aveva certo la crudeltà di una bestia feroce, eppure una moltitudine di tedeschi lo ha visto come il loro salvatore.

-          Alcuni libri di testo Nazisti della storia tedesca si sono riferiti al breve periodo di prigionia di Hitler come alla sua “crocifissione”.

-          Von Ribbentrop di lui ha detto: “Egli è lo Spirito Santo”.

 

Dove si muove lo spirito dell'anticristo, questi

Ø      dà agli uomini un controllo soprannaturale sugli altri.

-          In Hitler come persona non c'era nulla che potesse dargli o farlo giungere ad avere influenza o autorità. Come uomo era un essere piccolo, insignificante, un fallimento.

-          Ma quando in lui entrò lo spirito dell'anticristo, questo gli permise di gettare lo scompiglio in interi continenti e di renderlo responsabile della morte di milioni di persone.

-          Non dimentichiamo mai che la crudeltà fa parte proprio della natura dell'Anticristo.

 

Mao Mao - Un altro anticristo su piccola scala, che io ho incontrato personalmente in Kenya, è stato Mao Mao.

Ø      Molti non sanno che Mao Mao è uscito dalle missioni cristiane.

-          Quasi tutti i leader di Mao Mao hanno ricevuto l'educazione in scuole cristiane, e quando cominciarono a seguirlo continuavano a cantare proprio gli stessi inni imparati dai missionari, ma eliminando da essi il nome di Gesù per sostituirlo con quello di un leader politico.

-          E questa è l'essenza dell'Anticristo: mettere in disparte Gesù e sostituirlo con un altro.

In teoria Mao Mao è sorto in opposizione al colonialismo bianco. In realtà tuttavia, sono morte più persone bianche negli incidenti automobilistici a Nairobi, di quante ne siano state uccise da Mao Mao.

Ø      D'altro canto, sono stati squartati migliaia di cristiani africani, usando verso di loro ogni tipo di brutalità da parte dei compagni africani nella causa di Mao Mao.

Ø      Qualunque maschera indossi l'anticristo, il suo vero nemico è Gesù Cristo e tutti coloro che si identificano con Lui.

Ø      E L'Anticristo ha la crudeltà aggressiva di una bestia feroce.

 

La motivazione dell'Anticristo

 

Il movente supremo dell'Anticristo è la ribellione . È il “fuorilegge” per eccellenza. Permettetemi di dimostrarvi la prima manifestazione di quello spirito in Isaia 14, 12-14:

Come mai sei caduto dal cielo, Lucifero, figlio dell'aurora? (È significativo il fatto che Satana ha iniziato in cielo come uno degli arcangeli di Dio, il che sta ad indicare ancora una volta che l'anticristo è uno che appartiene al popolo di Dio e che poi diventa un traditore e ribelle), Come mai sei stato steso a terra, tu che indebolivi le nazioni? 

Perché tu hai detto in cuor tuo: “IO ascenderò al cielo, IO innalzerò il mio trono al di sopra delle stelle di Dio, IO mi siederò anche sul monte dell'assemblea, nelle parti più remote del settentrione. IO ascenderò al di sopra delle altezze delle nubi, mi farò simile (uguale) all'Altissimo.”

Il soggetto “IO, col verbo al futuro o nel significato di possessivo, è ripetuto per ben sei volte in questo breve passo. Ed è proprio questa l'essenza della ribellione:

Ø      La volontà della creatura in opposizione alla volontà del Creatore.

Ø      E poiché Lucifero cercava di raggiungere un'eguaglianza che non aveva, è caduto, è precipitato.

 

Il contrasto con lo Spirito di Gesù

Risulta davvero illuminante rilevare il contrasto di questo spirito di ribellione con lo spirito di Gesù, secondo la descrizione che troviamo in Filippesi 2, 5-6:

 

Abbiate in voi la stessa mentalità che era in Gesù Cristo: il quale, pur essendo di natura divina, non ritenne un privilegio la Sua uguaglianza con Dio (ovvero, non ritenne che la Sua uguaglianza con Dio fosse un qualcosa a cui si doveva anelare)…

 

I due atteggiamo sono in esatto contrasto l'uno con l'altro:

Ø      Lucifero, che non era uguale a Dio, mirava a raggiungere quell'uguaglianza,per questa bramosia scivolò e cadde.

Ø      Gesù era uguale a Dio: ma rinunziò alla Sua posizione e Si umiliò. E il Padre Lo esaltò.

 

Notate il contrasto:

Ø      lo spirito satanico cerca di raggiungere il potere, l'autorità, l'onore. Ogni volta che si protende avido, cade.

Ø      Lo spirito di Cristo ha diritto ad avere autorità, potenza e onore, ma volontariamente Si umilia. Come risultato riceve autorità, potenza ed onore.

 

Gli obiettivi dell'Anticristo

 

Satana vuole essere adorato - Nella sua versione o espressione di anticristo, Satana ha un'ambizione suprema: vuole ricevere adorazione.

Cominciò questa carriera tanto tempo fa, e non ha mai rinunziato a perseguire questa ambizione.

Ø      Se quindi Satana può ricevere adorazione, con ciò non fa altro che asserire di nuovo la sua affermazione di essere uguale a Dio. Ed è questo il motivo per cui desidera più di ogni altra cosa ricevere adorazione.

Ø      Questa realtà viene messa in luce in un incidente drammatico nella vita di Gesù, proprio all'inizio del Suo ministero terreno. In Matteo 4 troviamo Gesù tentato da Satana nel deserto, e il versetto 8 descrive l'inizio dell'ultima tentazione:

Di nuovo il diavolo lo condusse su un monte altissimo, e Gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria (l'obiettivo è il potere politico):

E Gli disse: Tutte queste cose io Ti darò, se Ti prostrerai e mi adorerai” Ma Gesù gli rispose: 'Vattene Satana, perché sta scritto, Adorerai il Signore tuo Dio, e Lui solo servirai.”

Qui il vero Messia ha ricevuto la proposta di Satana, e l' ha respinta: non avrebbe accettato il potere politico, non lo avrebbe acquistato al prezzo di adorare Satana.

Ø       Ma il falso messia - l'Anticristo - lo farà.

Ø       Acquisterà il potere politico vendendo se stesso a Satana. E una volta fatto questo passo, Satana farà uso di tutta la sua potenza e furbizia per promuoverlo politicamente, finché egli diventerà il leader supremo di tutta la razza umana.

 

Diamo ancora uno sguardo ad Apocalisse 13, 2-4:

 

La bestia che io vidi era simile a una pantera ……E il dragone (Satana) le diede il suo potere, il suo trono e la sua autorità. Vidi una delle sue teste colpita come a morte, ma la ferita mortale fu guarita. Allora la terra intera fu presa d'ammirazione, per la bestia. (Come la vera risurrezione dette a Gesù il riconoscimento di vero Messia, vi sarà una falsa risurrezione che selezionerà il falso messia).

Ma gli uomini adorarono il dragone perché aveva dato il potere alla bestia (feroce): e adorarono la bestia (feroce).

Ecco l'ambizione di Satana finalmente raggiunta: doveva raggiungerla per mezzo di un uomo.

Ø       Oserei dire che per duemila anni Satana è stato alla ricerca dell'uomo che farà questo lavoro.

Ø       Non sarà un uomo comune; non sarà certo un uomo ottuso o stupido.

Sarà molto attraente, molto dotato, piacevolissimo, intelligentissimo, assai sofisticato.

 

Lo strumento di Satana: l'inganno

 

L'inganno è uno strumento primario di Satana per raggiungere il suo obiettivo, e in tutte le profezie che si riferiscono agli ultimi tempi siamo avvertiti contro il pericolo dell'inganno.  L'inganno che Satana progetta di usare assumerà una forma specifica.

Ø       Essendo il suo obiettivo quello di far sì che un uomo sia adorato come Dio, come strumento di inganno gli è necessaria una filosofia che deifichi l'uomo.

Ø      Ora Satana ha già in mano la filosofia pronta nella forma dell'Umanesimo Secolare.

-          Infatti, il risultato logico dell'Umanesimo Secolare è quello di fare dell'uomo il dio di se stesso.

-          Esso respinge il concetto di un “essere supremo” o di una autorità assoluta” al di fuori dell'uomo.  Afferma solo che l'uomo è in grado di risolvere i propri problemi e di guidare il proprio destino.

-          L'uomo diventa così l'“Essere supremo” - il dio di se stesso.

 

Uno scontro di Filosofie

 

Zaccaria 9,13 ci mostra in anteprima un flash sulle filosofie degli ultimi tempi. Il Signore dichiara cosa farà al termine di quell'epoca.

Piegherò Giuda come Mio arco, riempirò l'arco con Efraim e smuoverò  i tuoi figli, o Sion, contro i tuoi figli, Grecia.” 

Questa scena pittoresca predice la restaurazione dei due regni che furono dispersi in esilio – Giuda, il regno meridionale, e Efraim, il regno settentrionale. Dio parla del tempo in cui essi diventeranno le Sue armi di guerra. Giuda sarà l'arco, Efraim la freccia che verrà adattata all'arco. E ciò concorda con le profezie di Ezechiele 37, dove il Signore parla della restaurazione dei due regni in una sola nazione:

Ø       Questo versetto inoltre indica che in quel tempo i rappresentanti di Sion verranno fatti sorgere in opposizione ai rappresentanti della Grecia. In sintesi, si tratta di uno scontro di filosofie.

Ø      La Grecia è la fonte della maggior parte delle filosofie occidentali. Solo chi conosce bene la storia della filosofia può rendersi conto di fino a che punto i concetti della cultura del mondo occidentale sono stati formati dalla filosofia greca.

-          Verso circa il 600 A. C. uno dei primi filosofi greci, Eraclito, se ne uscì con una dichiarazione che in realtà riassume la filosofia dell'umanesimo secolare. Infatti, egli disse:

-          L'uomo è la misura di tutte le cose.” Ovvero: “L'uomo ha la risposta ultima.”

Israele - D'altra parte, l'essenza del pensiero ebraico è espressa nelle parole di apertura della Bibbia:

Ø       In principio era Dio.” Abbiamo così questa antitesi:

è     In principio era Dio,” e

è     L'uomo è la misura di tutte le cose.”

Uno degli aspetti principali del conflitto degli ultimi tempi sarà questo scontro di filosofie:

Ø      da una parte, l'Umanesimo Secolare che fa dell'uomo il dio di se stesso;

Ø      dall'altra, la rivelazione ebraica dell'unico, vero e supremo Dio, che solo va adorato ed al quale alla fine tutti gli uomini dovranno rendere conto.

 

Le contraffazioni di Satana

 

Riconsideriamo ora quanto abbiamo detto fino a questo punto.

q       Il movente supremo dell'Anticristo è la ribellione.

q       La sua ambizione suprema è quella di ricevere adorazione.

q       Il suo strumento è l'inganno, attraverso una filosofia umanistica.

 

Tutte le forme di inganno satanico hanno in comune una caratteristica: tutto ciò che producono è contraffazione, falsificazione.

Ø      Alla fine ci sarà una trinità falsificata. Tutte e tre le persone di questa falsa trinità sono menzionate nell'Apocalisse (16,13), e sono tutte attribuite a spiriti cattivi o impuri.

Poi vidi tre spiriti impuri (immondi), simili a rane, uscire dalla bocca del dragone, e dalla bocca della bestia (feroce) e dalla bocca del falso profeta.

 

È questa la trinità satanica, che corrisponde al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.

q       La contraffazione del Padre è il dragone – Satana.

q       La contraffazione del Figlio è la bestia – il falso Cristo, l'Anticristo.

q       La contraffazione dello Spirito Santo è il falso profeta – il maestro religioso che stabilisce il potere dell'Anticristo che persuade il mondo intero ad adorarlo.

 

Satana non solo produrrà una falsa trinità, ma anche una falsa chiesa.

Ø      Come Gesù ha una Chiesa che è la Sua sposa, così anche l'Anticristo avrà una chiesa falsa, che sarà la sua sposa.

Ø      L'essenza della falsa chiesa o della falsa sposa è che questa consisterà nell'espressione della ribellione femminile.

Ø      Come l'Anticristo è l'espressione della prima ribellione contro Dio, così la sposa dell'Anticristo riproduce la ribellione femminile.

 

Il risultato di questa forma di ribellione femminile è descritto in una visione di Zaccaria 5, 5-11:

Poi l'angelo che parlava con me si avvicinò e mi disse: “Alza gli occhi e osserva ciò che accade”. E io: “Che cosa è quella?” Mi rispose: “É un' 'efa' stracolma” (un'efa è come un secchio. È una unità di misura per il grano). Poi soggiunse: “Questa è la loro corruzione in tutta la terra”. Fu quindi alzato un coperchio di piombo; ecco, dentro all'efa vi era seduta una donna. Disse: Questa è l'empietà!” (La parola ebraica significa “ribellione”. Questa donna è la personificazione della ribellione). Poi la ricacciò dentro l'efa e ricoprì l'apertura con il coperchio di piombo.

Alzai di nuovo gli occhi per osservare e vidi venire due donne: il vento agitava le loro ali, poiché avevano ali come quelle delle cicogne, e sollevarono l'efa fra la terra e il cielo. Domandai all'angelo che parlava con me: “Dove portano l'efa costoro?” Mi rispose: “Vanno nella terra di Sennaar per costruirle un tempio (Sennaar è una delle parole che sta per Babilonia); e quando. sarà pronto, l'efa sarà posta nel tempio sul proprio piedistallo”.

 

Su tutta la terra vi è una forza nascosta all'opera. In 2 Tessalonicesi 2,7 è chiamata “il mistero dell’iniquità” (ribellione, illegalità).

Ø      Qui in Zaccaria si tratta in maniera specifica di ribellione femminile, personificata dalla donna seduta sull'efa. Tutte le persone della visione sono donne. Altre due donne hanno sollevato questa donna che rappresenta la ribellione, per portarla in un luogo dove possono instaurare il proprio sistema religioso.

Ø      La frase “sul proprio piedistallo” è significativa. Questa religione non si baserà sulle fondamenta stabilite da Dio, e cioè Gesù Cristo, ma su un fondamento di ribellione.

Sarà direttamente associata con Babilonia, l'origine di ogni corruzione religiosa in tutte le epoche.

 

In Apocalisse 17, 1-6 abbiamo un'illustrazione ancora più viva di questo sistema religioso femminile.

Ø      Qui la falsa chiesa viene chiamata “puttana”, perché è stata infedele al marito giusto, Gesù Cristo, e ha commesso adulterio spirituale con l'Anticristo.

Allora uno dei sette angeli che hanno le sette coppe mi avvicinò e parlò con me: “Vieni, ti farò vedere la condanna della grande prostituta che sta seduta su molte acque. Con lei si sono prostituiti i re della terra e gli abitanti della terra si sono ubriacati del vino della sua fornicazione”. L'angelo mi trasportò in spirito nel deserto. Là vidi una donna seduta sopra una bestia scarlatta, piena di nomi blasfemi, con sette teste e dieci corna.

La donna era ammantata di porpora e di scarlatto, adorna d'oro, pietre preziose e perle, e teneva in mano una coppa d'oro colma degli abomini e delle immondezze della sua fornicazione.

Sulla fronte aveva scritto un nome, misterioso: “Babilonia la grande, la madre delle prostitute e degli abomini della terra”.

E vidi che quella donna era ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù. Al vederla, rimasi molto stupito”.

La sposa dell'Anticristo riproduce una delle sue principali caratteristiche: la crudeltà selvaggia, feroce. Sarà la spiegata persecutrice della sua rivale, la vera chiesa, rimasta fedele a Gesù Cristo.

 

Proseguendo Apocalisse 17, vediamo che la donna è seduta su una bestia con dieci corna - che rappresentano dieci re.

Ø      In altre parole, ella raggiunge la sua posizione di potere sfruttando i governatori secolari. Ma il suo trionfo, tuttavia, sarà breve. La sua fine è descritta al versetto 16:

“Le dieci corna che hai visto e la bestia odieranno la prostituta, la renderanno desolata e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco.

 

Antitesi nel trattamento delle rispettive sposeVi è un notevole contrasto tra il modo in cui l'Anticristo tratta la propria sposa ed il modo in cui la tratta Cristo, e in ogni cosa possiamo vedere questa antitesi:

q       Gesù ama la Chiesa, ha dato Se Stesso per lei, Si prende cura di lei, provvede a lei e la rende più bella; la glorificherà e la presenterà con onore all'intero universo.

q       L'Anticristo invece, dopo aver usato la falsa chiesa, dopo essersi servito di lei, le si rivolta contro per distruggerla.

q       Questa è proprio una caratteristica del diavolo: finché ha bisogno della gente, la adula e la persuade con l'inganno; ma quando le persone non gli servono più, le getta via senza alcuna misericordia.

 

L'amore alla Verità

 

Per concludere, torniamo ancora una volta a 2 Tessalonicesi 2, 7-12 per cogliere alcune delle caratteristiche salienti:

Il mistero dell'iniquità è già all'opera ….E allora sarà rivelato il Malvagio (il fuorilegge) ….

la sua venuta avverrà nella potenza di Satana, con ogni specie di portenti, di segni e di falsi miracoli,

è  e con ogni sorta di inganno e di ingiustizia in quelli che periscono, perché non hanno accolto l'amore alla verità per essere salvi. 

E per questo (perché non hanno amato la Verità) Dio invierà loro una potenza d'inganno, in modo che possano credere a una menzogna:

Così, siano dannati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma hanno acconsentito all'ingiustizia

 

Il giudizio ultimo di Dio sui ribelli è di consegnarli a Satana. Nel Vecchio Testamento troviamo dei casi in cui Dio lo ha fatto:

Ø      Poiché il Re Saul ha respinto la parola del Signore, Dio lo consegnò allo spirito cattivo (1 Sam. 15, 23 - 16,14).

Ø      In seguito Dio avvertì Israele come nazione che, per aver ripetutamente respinto i Suoi profeti, Egli avrebbe mandato su di loro uno spirito di “sonno profondo” affinché non fossero più capaci di capire la rivelazione profetica (Isaia 29, 10-14). In Romani 2,8 Paolo dichiara che quel giudizio venne davvero su Israele, e per questo non furono capaci di riconoscere la venuta del Messia.

 

Qui in 2 Tessalonicesi Dio ci avverte che ad un certo punto della storia sul mondo giungerà un giudizio simile.

Ø      E tutti quelli che hanno mancato di amare ed obbedire alla Verità di Dio, che è stata loro presentata,

Ø      si ritroveranno sotto l'influenza della delusione satanica, che li porterà ad abbracciare una menzogna al posto della verità, e così a morire.

Questo solenne avvertimento datoci dalla Scrittura ha gravissime implicazioni per ognuno di noi.

Ø      Qual è il nostro atteggiamento riguardo alla Verità di Dio che ci è stata annunziata? Nella nostra risposta siamo ambivalenti, o abbiamo il cuore diviso a metà tra Dio e le cose materiali, e rimandiamo così l'impegno totale richiesto da Dio e l'obbedienza senza riserve che Gli è dovuta?

Ø      Non credo sia possibile prenderci gioco della Verità per farla adattare alle nostre comodità. Non abbiamo altri 10 o 20 anni di tempo per dare il tipo di risposta che Dio ci richiede.

Ø      Dio ci può escludere dalla Verità in qualsiasi momento, e dopo essa non sarà più disponibile per noi. Anche se continueremo ad ascoltarla, non saremo più in grado di capirla o di crederci.

Ø      Per accettare ed accogliere la Verità, la Sua Verità, è necessaria la grazia di Dio. Al di fuori della Sua grazia ci è impossibile credere.

Se Dio ritira la Sua grazia e manda la delusione – per quanto “religiosi” o intellettuali possiamo essere – saremo ingannati.

 

In questo momento Dio vi sta parlando, per dirvi di smettere di giocare alla religione e di cominciare a obbedire alla Verità.

Ø      Siete pronti ad arrendervi, nell'obbedienza totale a Dio e alla Sua volontà? In caso affermativo, ecco qui un modello semplice di preghiera con il quale potere tradurre in parole il vostro impegno:

 

PREGHIERA

 

Signore Gesù Cristo, per decisione della mia volontà.

q       Rinuncio a Satana e a tutte le sue vie.

q       Rinuncio ad ogni forma conosciuta di ribellione e di inganno.

q       Se queste cose hanno una qualsiasi presa su di me, ora mi sciolgo da esse, nel nome di Gesù.

q       Scelgo invece di ricevere la Verità di Dio, di amare la Verità di Dio.

q       Mi sottometto senza riserve a Te, Signore Gesù, ed alla Tua volontà superiore (alla mia), ora e per la vita.

q       Da questo momento in poi confido che Tu mi tenga lontano da ogni forma di errore e di inganno satanico. Per amore del Tuo nome. Amen.

 



[1] New Wine, febbraio 1979